Il sito web è stato realizzato © 2014 da Arturo Santarcangelo

Sempre al tuo fianco!...

per ogni evenienza.

dal 16 settembre 2014

Trasparenza on-line

Tutto sull’Imposta Unica Comunale

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Iuc.2014.pngL’imposta unica comunale, c.d. IUC, introdotta dalla legge di stabilità per il 2014, approvata con la legge n. 147 del 27 dicembre 2013, si basa su due presupposti impositivi:

  • il primo è costituito dal possesso di immobili e collegato alla loro natura e valore. Si tratta dell’imposta municipale propria (IMU), di natura patrimoniale dovuta dal possessore di immobili, escluse le abitazioni principali, di quelle ad essa assimilate, delle relative pertinenze, nonché dei fabbricati rurali non strumentali;
  • il secondo è collegato all’erogazione e alla fruizione di servizi comunali.

Tale ultima componente riferita ai servizi, a sua volta si articola in un tributo per i servizi indivisibili (TASI), a carico sia del possessore che dell’utilizzatore dell’immobile e nella tassa sui rifiuti (TARI), destinata a finanziare i costi del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, a carico dell’utilizzatore.

In definitiva, la IUC si compone di tre tributi:

  1. l’IMU, imposta di natura patrimoniale;
  2. la TASI, tributo sui servizi indivisibili che assorbirà la maggiorazione statale sulla TARES;
  3. la TARI, tassa sui rifiuti che sostituirà i precedenti prelievi in materia.

IMU 2014 (Comune di Foggia)

In data 08 settembre 2014 il Consiglio Comunale di Foggia ha deliberato l’approvazione del Regolamento IUC e le aliquote e detrazioni IMU e TASI per il corrente anno.

L’imposta è dovuta per gli immobili adibiti ad abitazioni principali solo se classificate in categoria A/1, A/8 e A/9 (case di lusso) e relative pertinenzee alloggi con utilizzo diverso dall’abitazione principale, box, negozi, altri fabbricati, aree edificabili e terreni agricoli per i quali sono confermate le aliquote in vigore nel 2013.

 

Sono quindi esenti:

Unità abitativa adibita ad abitazione principale se in categoria catastale A/2, A/3, A/4, A/5, A/6, A/7 e relative pertinenze, (una sola per ciascuna categoria catastale C/2,C/6,C/7)

  1. nella quale il possessore e il suo nucleo familiare dimorano abitualmente e risiedono anagraficamente;
  2. posseduta a titolo di proprietà o usufrutto da anziani o disabili residenti in istituto di ricovero o sanitario a seguito di ricovero permanente, a condizione che la stessa non risulti locata;
  3. casa coniugale assegnata all’ex-coniuge a seguito provvedimento di separazione legale, annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio; unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa, adibite ad abitazione principale del socio assegnatario, e relative pertinenze;
  4. fabbricati di civile abitazione destinati ad alloggi sociali, così come definiti dal decreto del Ministero delle Infrastrutture 22/4/2008;
  5. posseduta dal personale in servizio permanente appartenente alle Forze armate, alle Forze di polizia ad ordinamento militare e civile, al Corpo nazionale dei vigili del fuoco, che non risieda anagraficamente e non dimori abitualmente, a condizione che la stessa non risulti locata.

 

Tutti gli altri immobili diversi dall’abitazione principale e relative pertinenze, comprese le aree edificabili e terreni agricoli sono obbligate a versare una somma corrispondente al 10,60‰ (versata interamente al Comune)

Il pagamento del saldo dovrà avvenire entro il 16 DICEMBRE 2014.

TASI 2014 (Comune di Foggia)

Il tributo è dovuto per:

  • Immobili adibiti ad abitazioni principali e relative pertinenze come definiti ai fini IMU;
  • Immobili classificati nella categoria D/10 “ immobili produttivi e strumentali agricoli”;
  • Fabbricati costruiti e destinati dall’impresa costruttrice alla vendita (beni merce), fintanto che permanga tale destinazione e non siano in ogni caso locati.
A tutti gli immobili adibiti ad abitazioni principali e classificate nelle categorie catastali A/1, A/2, A/3, A/4, A/5, A/6, A/7, A/8 e A/9 e relative pertinenze come definite ai fini IMU:
  • nella quale il possessore e il suo nucleo familiare dimorano abitualmente e risiedono anagraficamente;
  • posseduta a titolo di proprietà o usufrutto da anziani o disabili residenti in istituto di ricovero o sanitario a seguito di ricovero permanente, a condizione che la stessa non risulti locata;
  • casa coniugale assegnata all’ex-coniuge a seguito provvedimento di separazione legale,annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio;
  • unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa, adibite ad abitazione principale del socio assegnatario, e relative pertinenze ;
  • fabbricati di civile abitazione destinati ad alloggi sociali, così come definiti dal decreto del Ministero delle Infrastrutture 22/4/2008;
  • posseduta dal personale in servizio permanente appartenente alle Forze armate, alle Forze di polizia ad ordinamento militare e civile, al Corpo nazionale dei vigili del fuoco, che non risieda anagraficamente e non dimori abitualmente, a condizione che la stessa non risulti locata.

si applica una aliquota TASI del 3.30‰

 

Agevolazioni TASI (Comune di Foggia)

Per i soli immobili adibiti ad abitazioni principali e classificate nelle categorie catastali A/1, A/2, A/3, A/4, A/5, A/6, A/7, A/8 e A/9 e relative pertinenze come definite ai fini IMU

Fasce di Rendite catastali Esenzioni Detrazioni Limite ISEE
Rendite minori o uguali 250 € Esente da
imposta
minore o uguale a 15.000 €
Rendite maggiori di 250 € e minori o uguali a 350 € Detrazione
€ 100,00
minore o uguale a 15.000 €
Rendite maggiori di 350 € e minori o uguali a 450 € Detrazione
€ 50,00
minore o uguale a 15.000 €
Rendite maggiori di 450 € Nessuna
Detrazione

1. Ai fini del riconoscimento delle esenzioni, ovvero delle detrazioni come sopra definite, per rendita catastale si intende la somma della rendita catastale dell’immobile adibito ad abitazione principale a quella delle relative pertinenze senza la rivalutazione del 5%;

2. Le esenzioni, ovvero le detrazioni, sono riconosciute unicamente qualora l’indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) del soggetto passivo risulta essere inferiore o pari a euro 15.000,00.

3. Il contribuente che intende usufruire della esenzione/detrazione come sopra prevista, dovrà presentare, pena l’inammissibilità, entro il termine del versamento del saldo d’imposta Tasi (16 dicembre), dichiarazione sostitutiva di atto notorio, ai sensi degli articoli 46 e 47 del D.P.R. 445/2000, attestante il possesso dei requisiti previsti dalla certificazione ISEE del proprio nucleo familiare, relativo ai redditi annui dell’anno precedente rispetto a quello per cui si richiede l’agevolazione.

4. La detrazione deve essere rapportata al periodo dell’anno durante il quale si protrae la destinazione ad abitazione principale.

5. Se l'unità immobiliare è adibita ad abitazione principale da più soggetti passivi, la detrazione spetta a ciascuno di essi proporzionalmente alla quota per la quale la destinazione medesima si verifica;

6. La detrazione è unica e non si applica per scaglioni di rendita.

Scadenze e modalità di pagamento TASI (Comune di Foggia)

La prima rata (Acconto), pari al 50% del tributo dovuto va versata entro il 16 ottobre 2014;
La seconda rata (Saldo - conguaglio) va versata entro il 16 dicembre 2014;
Il versamento va effettuato utilizzando il modello F24 (anche telematico F24 per via telematica) o bollettino postale.
Il tributo è dovuto per anni solari proporzionalmente alla quota ed ai mesi nei quali si è protratto il possesso, conteggiato con le stesse regole dell’IMU.
Il versamento della TASI avviene in autoliquidazione.
Il tributo non è dovuto per importi inferiore a € 10,00.
L’importo minimo deve intendersi riferito al tributo annuo complessivamente dovuto.

 

TARI 2014 (Comune di Foggia)

Nelle more dell’approvazione delle tariffe 2014, con delibera di Giunta Comunale n. 28 del 24 aprile 2014 è stata stabilita la scadenza del 30/5 – 30/7 e 30/9 quale acconto Tari 2014 sulla base delle tariffe per l’anno 2013.
Con l’invio della quarta ed ultima rata, con scadenza 31 dicembre 2014, saranno effettuate i relativi conguagli tra l’acconto versato e quanto dovuto per l’intero anno 2014.

 

Per maggiori dettagli e approfondimenti consultare i seguenti documenti tutti relativi al Comune di Foggia:

 

Chi è online

Abbiamo 54 visitatori e nessun utente online

Accesso Utenti