L’appello della lega Spi di Foggia: riaprire il centro Palmisano, fare di Foggia una città a misura di anziano

Foggia sta diventando una città sempre più pericolosa per gli anziani. Strade scarsamente illuminate, quando non completamente buie, marciapiedi dissestati, periferie invivibili con immobili senza ascensore che costringono le persone anziane a vivere in una situazione di isolamento, chiusura dei pochi servizi destinati alla terza età, come il Centro Polivalente Palmisano.
Così non si può più andare avanti, bisogna voltare pagina, a cominciare dall’utilizzazione dei fondi per il welfare, nell’ambito del P.N.R.R.
Questo l’appello lanciato dalla Lega Spi Cgil di Foggia, riunitasi dopo la forzata pausa imposta dalle misure di contenimento della pandemia.


“L’emergenza sanitaria ha peggiorato una situazione che era di per sé già drammatica”, ha detto Salvatore Bruno, neosegretario della lega foggiana del sindacato dei pensionati della Cgil, chiedendo, nell’immediato, la riapertura del Centro Palmisano e del Centro Antiviolenza Morlino.
Dal canto suo, il segretario generale Spi Cgil di Capitanata, Alfonso Ciampolillo, ha annunciato specifiche iniziative per migliorare la qualità della vita degli anziani residenti nei rioni periferici. “Partiremo dal CEP, dove abbiamo già aperto un confronto con l’Arca Capitanata, l’ex Iacp, per agevolare l’installazione di ascensori e montacarichi. Doteremo la nostra sede di piazza Giovanni XXIII 7 di uno Sportello Anziani che offrirà assistenza alle persone avanti con gli anni per tutte le incombenze che devono quotidianamente affrontare: dal controllo delle pensioni a quello delle bollette, al rilascio gratuito dello Spid.”
Nel corso della riunione sono stati rinnovati i vertici della Lega Spi Cgil di Foggia: segretario è stato eletto come già detto Salvatore Bruno, mentre il resto della segreteria è composto da Tina Pizzolo, Cesira Tartaglia e Michele Di Stefano. “Una perfetta parità di genere”, ha sottolineato il segretario Ciampolillo.
Bruno subentra a Carlo D’Andrea, entrato recentemente nella segreteria provinciale del sindacato pensionati. Tutti gli intervenuti hanno rivolto parole di vivo apprezzamento a D’Andrea per il lavoro svolto.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pin It on Pinterest

Hai bisogno di aiuto?